Con il Decreto 361/2017, il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici (CSLP), ha approvato l’aggiornamento delle Linee guida per la messa in opera del calcestruzzo strutturale e delle Linee guida per la valutazione delle caratteristiche del calcestruzzo in opera. L’emanazione di tale decreto ha come obiettivo principale quello di garantire una migliore qualità e sicurezza delle opere e delle infrastrutture, la prevenzione del rischio sismico e la messa in sicurezza del costruito.

I due documenti, che sono stati già positivamente licenziati con il Parere della Prima Sezione del Consiglio Superiore dei LL.PP. n. 80/2016, sono un aggiornamento delle precedenti direttive emanate il 1 febbraio del 2008, ed illustrano le caratteristiche, le metodologie ed i campi di applicazione del calcestruzzo. Le principali novità introdotte da queste due Linee Guida sono:

  • Nuove disposizioni e accorgimenti nella pianificazione delle prove in opera per i pali di fondazione, attraverso l’applicazione di sonde ad ultrasuoni atte a verificare la continuità strutturale dei pali;
  • nuove definizioni per quanto riguarda le procedure di prelievo di provini in calcestruzzo come ad esempio l’Introduzione del Fattore di disturbo che tiene conto della riduzione in quota parte del contributo degli aggregati presenti sulla superficie laterale del campione prelevato tramite carotaggio;
  • in caso di getti in clima caldo, la temperatura del calcestruzzo fresco non deve superare i 30-32 gradi rispetto ai 35 gradi delle precedenti Linee Guida;
  • individuazione di limiti e precauzioni per l’applicazione di metodi indiretti in merito alla valutazione della resistenza meccanica in situ;
  • nuovi sistemi per la protezione termica durante la maturazione del calcestruzzo fresco come l’utilizzo di geotessuti o pannelli termoisolanti in polistirolo espanso;
  • disposizioni e maggiori accorgimenti in merito al disarmo delle casseformi e alle pavimentazioni in calcestruzzo;
  • disposizioni in merito alla fornitura e metodologie del calcestruzzo a piè d’opera;
  • specifiche di realizzazione e collaudo per le pavimentazioni in calcestruzzo.

Ricordiamo che con IperSpace Max 9 è possibile effettuare analisi sismiche avanzate sui fabbricati in calcestruzzo armato, acciaio, muratura o mista rispondenti alle NTC ’08 e con il modulo SismoCheck è possibile effettuare la classificazione sismica degli edifici secondo l’agevolazione SismaBonus, introdotta dal DM 65/2017, che prevede la possibilità di fruire di una detrazione fiscale sugli interventi di adeguamento sismico delle case, degli immobili delle attività produttive e dei condomini.