IperDoc
Indice
IperDoc
Come funziona
Scarica gratis!
IperDoc - Relazione di Calcolo IperDoc - Relazione di Calcolo

IperDoc - Panoramica IperDoc nasce come applicativo di IperSpace , consente di redigere una relazione di calcolo completa e del tutto generale valida anche in zona sismica in conformità con quanto previsto dallo schema CNR N° 10024/86 (Analisi di strutture mediante elaboratore; impostazione e redazione delle relazioni di calcolo). Oltre a questa relazione l’utente ha a disposizione altri modelli per redigere la parte relativa al calcolo del carico neve, alla determinazione della pressione del vento, all’analisi di carico sui solai, alla redazione della relazione sui materiali e a quella sulle fondazioni.


Novità della versione 3

La relazione viene impostata secondo il DM 14-09-05.
Quindi per le strutture in ca e acciaio viene divisa in tre relazioni:

  • Relazione Generale
  • Relazione di Calcolo
  • Relazione sui materiali di cui alla Legge 1086/71

La Relazione Generale riprende ed amplifica la relazione precedente del CNR.

La Relazione di Calcolo vera e propria determina anche l’azione del vento e della neve secondo il DM 14-09-05. Per le strutture in muratura la relazione si modifica in base alla norma scelta; è stata aggiunta la norma della Regione Molise e per la OPCM è stata modificata l’analisi non lineare (PushOver).

 

IperDoc è organizzato in due viste principali: sulla sinistra compare una struttura ad albero contenente gli elementi della relazione di calcolo; sulla destra si trova un visualizzatore/editor per i risultati dei vari calcoli. L'editor consente una gestione completa ed autonoma dei singoli documenti generati. Questi ultimi possono essere trattati singolarmente; una volta generati è infatti possibile effettuare su di essi le modifiche ritenute opportune e procedere al loro salvataggio per usi futuri. I comandi principali relativi all'editor sono disponibili nella barra dei bottoni in alto rispetto alla finestra del contenuto. E' possibile, inoltre, accedere alla totalità dei comandi disponibili nell'editor utilizzando il tasto destro del mouse.

La sezione “Modello CNR” consente di redigere una relazione completa e del tutto generale valida anche in zona sismica in conformità con quanto previsto dallo schema CNR N° 10024/86 (Analisi di strutture mediante elaboratore; impostazione e redazione delle relazioni di calcolo).
Per una spiegazione dettagliata di quanto richiesto da tale normativa si faccia riferimento alla letteratura di riferimento. Coerentemente a tali norme il programma prende in considerazione le seguenti fasi:

1 Individuazione del modello di calcolo
2 Individuazione dei codici di calcolo
3 Modalità di presentazione
4 Esami dei risultati e controlli
5 Giudizio motivato di accettabilità dei risultati
6 Unità di misura
7 Sistemi di riferimento
8 Convenzioni

 

Il carico neve sulle coperture viene valutato con la seguente espressione:
qs = µi * qsk

dove:
qs è il carico neve sulla copertura;
µi è il coefficiente di forma della copertura;
qsk è il valore di riferimento del carico neve al suolo (*).

Il carico agisce in direzione verticale ed è riferito alla proiezione orizzontale della superficie.

(*) Il carico neve al suolo dipende dalle condizioni locali di clima e di esposizione, considerata la variabilità delle precipitazioni nevose da zona a zona.
In mancanza di adeguate indagini statistiche, che tengano conto sia dell’altezza del manto nevoso che della sua densità, il carico di riferimento neve al suolo, per località poste a quota inferiore a 1500 m sul livello del mare, non dovrà essere assunto minore di quello calcolato in base alle espressioni nel seguito riportate, cui corrispondono valori con periodo di ritorno di circa 200 anni.
Per altitudini superiori a 1500 m sul livello del mare si dovrà fare riferimento alle condizioni locali di clima e di esposizione utilizzando comunque valori di carico neve non inferiori a quelli previsti per 1500 m.

Si prendono in considerazione i seguenti parametri:

• Provincia
• Altitudine (espressa in m.)
• Distanza dalla costa
• Altezza del manufatto (m.)
• Classe di rugosità (A, B, C, D)
• Coefficientedi forma (o aerodinamico) cp
• Coefficiente dinamico cd
• Coefficiente di topografia ct

La procedura consente in maniera semplice e diretta di generare una relazione
relativa al calcolo dei solai.
Il programma contiene alcuni solai tipici. E' possibile modificare le proprietà di
questi così come introdurne di nuovi. Un doppio clic su di una voce di solaio
consente di modificare le caratteristiche del solaio in esame.

Partendo da dati dimensionali, dal tipo di fondazione e dai dati geotecnici del
terreno l’applicativo elabora una relazione completa sulle fondazioni.

La relazione sui materiali è realizzata ai sensi dell’art. 4b della Legge 1086.
L’applicativo esplicita, dopo aver fornito semplicemente la Rck del calcestruzzo
e qualche altro dato, tutto quanto richiesto dalla relazione di cui alla legge
indicata.