Scheda tecnica
Descrizione
Ubicazione
Anno di realizzazione
Progettazione
Progettista strutturale
Committente
Dati dimensionali
Normativa di riferimento
Adeguamento sismico di una palestra comunale
Pizzoni, Vibo Valentia, Italia
2017
Ing. Pasquale Filice
Ing. Tarquinio Gallucci
Pubblico
A: 45,6 m x 33,6 m
D.M. 14/01/2008 (NTC 2008)

 

Descrizione dell’opera

Il presente progetto di adeguamento sismico per demolizione e ricostruzione della palestra comunale annessa (giuntata in elevazione allo stato futuro) consiste nell’irrigidimento della scuola in acciaio tramite introduzione di nuovi controventi e rinforzi in acciaio e realizzazione di nuove fondazioni in c.a. integrate al graticcio preesistente a sostegno della palestra in c.a di nuova realizzazione opportunamente giuntata in elevazione dall’edificio scolastico. La struttura portante dell’edificio esistente è caratterizzata da un sistema di telai piani a due livelli in acciaio paralleli (di altezza max pari a 7,80 m) di lunghezza max pari a 45,6m in X e 33,6m in Y. I suddetti telai, costituiti da pilastri con profili variabili HE140M – HE160B – HE220B sormontate da capriate in acciaio a chiusura del telaio, sono ancorati al piede allo spiccato della struttura del seminterrato in c.a. preesistente (per come indicato negli elaborati progettuali allegati, relativi allo Stato di Fatto), che è costituito, a sua volta, da un livello di fondazione con travi a T rovesce e intelaiatura in c.a. con travi e pilastri e completata con setti in c.a.

Descrizione tecnica

Si riportano di seguito gli stralci dei vari interventi ipotizzati per rendere sicuro l’edificio scolastico oggetto dell’intervento, nel pieno rispetto delle NTC 2008. La modellazione l’analisi e le verifiche sono state condotte con il software di calcolo strutturale agli elementi finiti IperSpace.

– Intervento 1: Demolizione palestra esistente. La palestra comunale esistente, annessa all’edificio scolastico, si presenta in acciaio dello stesso tipo utilizzato per la scuola (profilati metallici verticali HEB 160, HEB 220, HEB 140, collegati a capriate metalliche di vario tipo con soletta collaborante in C.A.). La demolizione interessa i due piani in elevazione in acciaio della vecchia palestra e il solaio in C.A. del piano seminterrato.

– Intervento 2: Realizzazione nuova fondazione: platea e travi a T rovescia. L’intervento sulla struttura di fondazione esistente consiste nella realizzazione di una platea di fondazione e di nuove travi rovesce connesse efficacemente all’originario graticcio di travi, per evitare eventuali problemi di cedimenti differenziali possibili tra il corpo originario e quello di nuova realizzazione, seguendo la stessa logica di intervento adottata durante i lavori eseguiti nell’anno 2010. Le fondazioni nuove sono perfettamente integrate alle esistenti e dai calcoli effettuati (relazioni geotecniche allegate) è possibile constatare che lo stato tensionale indotto sul terreno nella zona dell’intervento risulta dello stesso ordine di quello prodotto allo stato di fatto con cedimenti del terreno addirittura ridotti, tanto da potere considerare il consolidamento della fondazione a sostegno della nuova palestra in c.a. staticamente appropriato.

– Intervento 3: Realizzazione palestra in C.A. con copertura in legno lamellare. La realizzazione della nuova palestra in C.A., integrata nell’edificio scolastico, si basa su una schema assolutamente giuntato alla struttura in acciaio preesistente, per quanto riguarda la costruzione in elevazione, al fine di evitare eventuali problemi di martellamento, che potrebbero interessare i sistemi strutturali – nuovo ed esistente – in seguito all’azione del sisma.

– Intervento 4: Consolidamento della struttura in acciaio esistente: raddoppio di travi e controventatura telai. Al fine di rendere sicura sismicamente e strutturalmente l’edificio in acciaio esistente, come imposto dalla normativa vigente nel caso di interventi strutturali che comportino la realizzazione di un organismo edilizio differente dal precedente, è stato necessario adeguare la restante porzione di complesso scolastico in acciaio esistente. A tal fine, definiti i telai maggiormente vulnerabili sismicamente, si è ritenuto opportuno realizzare dei raddoppi di trave e dei controventi metallici, per come indicato in dettaglio nelle tavole allegate al presente progetto, tanto da consentire la rispondenza ai requisiti di sicurezza imposti dalla legge (NTC 2008), vista anche le trasformazioni subite dall’edificio rispetto alla situazione originaria per effetto della demolizione del corpo palestra originariamente annesso.

 

Galleria

 

Consulenza continua


Hai bisogno di aiuto o informazioni?
Contatta il nostro team di assistenza
clienti.

Personal Edition

Vuoi provare gratuitamente i nostri software?

Scarica le versioni per uso non professionale:

IperSpace BIM

Monolith 3

Newsletter
Iscriviti per essere sempre aggiornato su offerte, novità software e news tecniche!